Via Re Artù ai Lastoi de Formin

Via aperta in solitaria da Mario Dibona Moro.

Caratteristiche

Bellissimo itinerario di dieci tiri. Offre un'arrampicata di grande soddisfazione, sostenuta e molto varia su splendida roccia gialla. Si arrampica in un continuo alternarsi di diedri, placche e strapiombi, sempre in totale sicurezza per le protezioni ravvicinate.
Presenta 6b max.
La via è attrezzata a fix in maniera eccellente e qualche chiodo.

Attrezzatura

15 rinvii, fettucce, friend medi.

Indicazioni

Gruppo montuoso: Lastoi de Formin.
Spiz de Mondeval
Versante: Sud.

La via si trova in prossimità della Forcella Giau verso l'altipiano di Mondeval, uno dei posti più belli e soleggiati di Cortina. Il panorama è meraviglioso con il Monte Pelmo in primo piano, a seguire il Monte Civetta e la Marmolada sulla destra.

Avvicinamento: 1 ora circa.
Dal Passo Giau si prende il sentiero ben segnato verso sud est che porta alla Forcella Giau. Arrivati in forcella per tracce di sentiero e ometti ci si porta al centro della grande parete sud. La scritta Re Artù è visibile alla base.

Discesa: 2,30 ore circa.
Dalla cima si scende verso nord fino ad intravvedere un canalone sulla destra con delle scritte in rosso che indicano le soste per le calate in corda doppia (4 calate da 25 metri). Finite le calate costeggiando la parete si ritorna all'attacco della via (1,30 ora circa).

Relazione sull'itinerario di salita via Re Artù

L1 30m 6a
Tiro in placca con all'inizio un paesaggio strapiombante non banale. Sosta comoda spostata leggermente a destra rispetto la verticale.

L2 30m 6a+
Tiro strapiombante, bello e atletico, sempre su buoni appigli su roccia gialla.

L3 27m 5b
Arrampicata in placca con un lieve traverso delicato verso destra, sosta su comodo terrazzino.

L4 40m 5a/b
Partenza verticale per alcuni metri poi arrampicata più facile fin sotto ad un enorme sasso che si supera a sinistra.

L5 28m 5b
Tiro su spettacolare diedro giallo con uscita a destra, prima della sosta si deve superare un piccolo strapiombo fessurato.

L6 50m 6b
Tiro chiave lungo una stupenda placca grigia fin sotto ad un enorme tetto. Delicato l'obliquo verso destra all'inizio del tiro.

L7 30m 6a
Si sale direttamente il muro giallo tra i 2 tetti seguendo una bella lama. Con un traverso a destra sotto il tetto si giunge alla sosta su comoda cengia.

L8 38m 6b
Tiro verticale con partenza impegnativa leggermente strapiombante. Si segue una fessura frastagliata fino ad un fix sulla destra prima della sosta.

L9 35m 6a+
Tiro vario con placche e pancette strapiombanti piccole, ma non banali.

L10 40m 5b
Seguire la larga fessura fino in vetta. Chiodi normali lungo il tiro. Sosta su uno spit prima della cima, possibilità che la corda faccia cadere pericolosi sassi.

Materiale necessario

Contattaci per prenotare l'arrampicata sulla via Re Artù, un corso di arrampicata o per richiedere maggiori informazioni

tel. +39 324 747 3939 – info@dolomitiskirock.com