Via Mamma e Papà alla Ra Gusela

Via aperta in solitaria da Mario Dibona Moro.

Caratteristiche

Via di dieci tiri in stile classico e moderno, molto varia nell'arrampicata presenta diedri, fessure, placche verticali. La roccia è quasi sempre bella tranne in alcuni tratti dove bisogna prestare attenzione.
Presenta 6c+ max - passaggi obbligati di 6a.
La via è attrezzata a fix con alcuni chiodi.

Attrezzatura

14 rinvii, cordini e fettucce, friend.

Indicazioni

Gruppo montuoso: Nuvolau.
Ra Gusela di Giau
Versante: Sud Est.

Avvicinamento: 30 minuti circa.
Dal Passo Giau si segue il sentiero pianeggiante verso nord fin sotto al grande pilastro giallo strapiombante. Per salti di roccia attrezzati con corda si arriva ad una larga cengia erbosa sulla sinistra del grande pilastro.

Discesa, due possibilità:
1) Per sentiero 1 ora circa (consigliata).
Arrivati sulla cima della Gusela si scende verso nord lungo un bel sentiero che porta alla facile via ferrata del Nuvolau. Sempre per facile sentiero a destra si arriva al Passo Giau.

2) In corda doppia 1,20 ora circa.
Dall'anticima scesi alcuni metri si vedono i cordoni per effettuare le 3 doppie da 30 metri. Arrivati alla grande cengia si costeggia la parete in discesa su terreno franoso fino alle doppie che portano nel grande canalone. Per tracce di vecchio sentiero si ritorna al passo.

Relazione sull'itinerario di salita via Mamma e Papà

L1 35m 6a
La via parte a sinistra del grande pilastro (fix alla base) lungo un diedro/fessura grigio. Per i primi metri si sale lungo la spigolo del pilastro per entrare nel bel diedro con un passaggio strapiombante delicato (possibile integrare con friend medio).

L2 25m 5b
Salire lungo una fessura gialla per circa 10 metri, deviare a destra per raggiungere una comoda cengia con molti chiodi.

L3 18m 6c
Tiro chiave in traverso a destra su placca verticale con alcuni appigli svasati e pochi appoggi. Dei cordoni aiutano a superare questo tratto in A0.

L4 38m 6a
Arrampicata sempre in diedro/ fessura con un tratto strapiombante impegnativo (chiodo normale in alto a sx).

L5 40m 5a
Dalla sosta (attenzione a non salire dritti per altri spit) si sale a sinistra per rampa erbosa per puntare ad un masso incastrato in fessura a forma di lama.

L6 30m 5b
Bel tiro molto vario e articolato. Sempre per fessura/diedro si arriva ad un ballatoio, un fix sulla sinistra ci porta alla sovrastante sosta su grande cengia inclinata.

L7 45m 6a+
Tiro delicato in placca su piccole prese. Dalla sosta si attraversa la cengia inclinata verso sinistra fin sotto la placca. La roccia su questo tiro non è sempre compatta, soprattutto all'uscita ci sono molti massi instabili, prestare attenzione!
Dalla grande cengia si può uscire dalla via seguendo, a destra, l'itinerario delle doppie.

L8 40m 5c
Tiro molto bello e vario con una partenza atletica e, verso la fine del lungo tiro, un bel tratto verticale ben appigliato. Sosta su comoda cengia.

L9 30m 5b
Il tiro supera una larga fessura nera che forma una sorta di grotta nera.
Dalla sosta, superati i primi metri verticali, si cammina su cengia ghiaiosa fin sotto la fessura. I primi metri sono friabili ma ben protetti, mentre l'uscita dalla "grotta" è bella e piacevole.

L10 15m 3° grado
Per facili salti di roccia si arriva all'anticima della Gusela del Nuvolau.

Materiale necessario

Contattaci per prenotare l'arrampicata sulla via Mamma e Papà, un corso di arrampicata o per richiedere maggiori informazioni

tel. +39 324 747 3939 – info@dolomitiskirock.com

Le Nostre Proposte

Dolomiti SkiRock

Corso Italia, 14 - Cortina d’Ampezzo
Tel. +39 324 747 3939
Cod. Fiscale e P.Iva 01066430255