Trekking del Kilimanjaro, Machame Route

Il Kilimanjaro, la montagna più alta del continente Africano con i suoi 5895 metri di quota, è situato nella Tanzania nord-occidentale, quasi al confine con il Kenya e a soli 330 km a sud dell'equatore. Il Kilimanjaro è il più alto massiccio vulcanico inattivo del pianeta, nonché una delle mitiche “seven summits”.

L'ascensione alla cima del Kilimanjaro non presenta particolari difficoltà tecniche, ma richiede comunque un buon allenamento, una buona resistenza alla fatica e un buon adattamento alla quota che, soprattutto verso la parte finale della scalata, si fa sentire.

L'itinerario del Trekking del Kilimanjaro che Dolomiti SkiRock propone, prevede l'avvicinamento alla cima lungo la Machame Route, un percorso poco frequentato molto bello, sia sotto l'aspetto paesaggistico che naturalistico.

Il sentiero della Machame Route inizia dolcemente nella fitta foresta tropicale per uscire nella brughiera e affacciarsi poi sull'altipiano dello Shira. Lungo la via non ci sono rifugi e i pernottamenti durante il trekking sono in tenda, circondati da stupendi giardini botanici naturali.

Il giorno più impegnativo del trekking del Kilimanjaro è quello dedicato al raggiungimento della cima, soprattutto per la lunghezza del tratto da percorrere e l'alta quota.

Il ritorno si effettua lungo la Mweka Route, fino all’uscita del parco.

E' possibile proseguire il viaggio abbinando al trekking del Kilimanjaro un Safari nei famosi parchi della Tanzania o un soggiorno mare a Zanzibar.

Programma e informazioni sul trekking del Kilimanjaro

1° giorno
Kilimanjaro Airport - Moshi

Arrivo all'aeroporto Kilimanjaro, disbrigo delle pratiche doganali e incontro con il rappresentante locale dell'agenzia d'appoggio. Trasferimento in hotel a Moshi con cena e pernottamento.

2° giorno
Moshi - Machame Gate - Machame Camp
(1490 - 2980 metri, 7 ore, 18 km)

Dopo la prima colazione in hotel, in macchina si raggiunge l'accesso al parco. Dopo le formalità d'ingresso, l'organizzazione dei bagagli per il trasporto dei portatori, inizia il trekking e l'ascensione al Kilimanjaro lungo un sentiero tra piantagioni e foresta tropicale fino ad arrivare alle Capanne Machame.

3° giorno
Machame Camp - Shira Camp
(2980 - 3840 metri, 6 ore, 9 km)

Trek lungo un facile sentiero immersi in un bosco di grandi piante di erica, si sale fino ad una zona meno rada, per arrivare alla piana di Shira.

4° giorno
Shira Camp - Lava Tower - Barranco Camp
(3840 - 4630 - 3950 metri, 7 ore, 15 km)

Giornata dedicata all'acclimatamento in quota. Il sentiero si snoda in un ambiente roccioso e semi-desertico, fino a raggiungere la quota di 4600 metri delle Lava Tower. Si scende poi dolcemente lungo la Vallata di Barranco fino al campo base.

5° giorno
Barranco Camp - Karanga Camp
(3950 - 4200 metri, 4 ore, 10 km)

Per facili roccette si raggiungono i 4200 metri di quota, da cui si scende e si prosegue con dei saliscendi fino alla Valle Karanga.

6° giorno
Karanga Camp - Barafu Camp
(4200 - 4600 metri, 4 ore, 7 km)

Si sale piano fino al deserto alpino dove c'è a 4540 metri la capanna Barafu.

7° giorno
Barafu Camp - Uhuru Peak - Mweka Camp
(4600 - 5895 - 3100 metri)

Il giorno della vetta del Kilimanjaro. A notte fonda partenza per raggiungere, per ripido sentiero, lo Stella Poin, 5680 metri, e ammirare il sorgere del sole. Si prosegue quindi con la salita finale all’Uhuru Peak, la più alta vetta del Kilimanjaro e del continente, a 5895 metri. La discesa si effettua lungo la via più diretta: la Mweka Route, da cui si ammirano i magnifici panorami dei ghiacciai e della pianura sottostante.

8° giorno
Mweka Camp - Mweka Gate - Moshi
(3100 - 2000 metri, 15 km)

Il trekking prosegue fino a raggiungere il gate di Mweka. In automobile si torna in albergo per la cena e il pernottamento.

9° giorno
Moshi - Kilimanjaro Airport

Prima colazione in hotel, trasferimento in aeroporto e rientro in Italia.

Note
Durante il trekking del Kilimanjaro, i bagagli vengono trasportati dai portatori locali cosi pure le tende, i sacchi a pelo, i materassini, i viveri e la cucina. Nello zaino si ripone la borraccia, viveri di conforto, giacca a vento, berretto e maglietta di ricambio. Prima di partire per ogni tappa del trekking, la mattina si consuma una buona colazione in tenda, mentre durante il percorso viene organizzata una buona e abbondante merenda. La sera piatti caldi e buona cucina.

Formalità

Per i cittadini italiani passaporto individuale valido per almeno 6 mesi dalla data di entrata nel Paese ed un visto d’ingresso che va richiesto prima della partenza alle autorità competenti o, per i gruppi, può essere richiesto in loco all’arrivo ad un costo di 50 USD.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per entrare in Tanzania. Sono consigliate epatite, tifo e profilassi per la malaria. Obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori superiori ad un anno di età, provenienti da un Paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione (Kenya, Ethiopia, ecc.), anche nel caso di solo transito aeroportuale, se questo è superiore alle 12 ore ed in ogni caso se si lascia l’aeroporto di scalo.

Contattaci per prenotare il trekking del Kilimanjaro lungo la Machame Route, un corso di alpinismo con Guida Alpina o per richiedere maggiori informazioni

tel. +39 324 747 3939 – info@dolomitiskirock.com