Trekking Alta Via di Cortina d'Ampezzo

La bellezza di Cortina d'Ampezzo è quella di essere circondata dalle montagne più belle del mondo, le Dolomiti, patrimonio dell’umanità tutelate dall’UNESCO e dal Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo.

Queste montagne prendono il nome dal naturalista francese Déodat de Dolomieu, che, per primo, studiò il particolare tipo di roccia predominante in questa regione battezzandola “dolomia” nella seconda metà del 18°secolo.

Al sorgere del sole e, soprattutto, al tramonto, la dolomia assume un colore dal rosato al rosso fuoco: il fenomeno, le cui variazioni di tinte sono dovute alle diverse posizioni del sole durante l'anno e alle condizioni dell'atmosfera, è detto Enrosadira ed è particolarmente visibile nelle sere d'estate. 

Dolomiti SkiRock propone un bellissimo trekking a stretto contatto con queste montagne restando sempre in quota e dormendo in comodi e accoglienti rifugi con ottima cucina. Le escursioni giornaliere variano dalla camminata lungo i sentieri di montagna, alle vie ferrate di media difficoltà per raggiungere la cima della montagna.

Programma del trekking Alta Via di Cortina

Primo Giorno
Partenza dal piazzale di Rucurto e per facile sentiero si raggiunge il rifugio Croda da Lago, bellissimo posto con un lago meraviglioso. Si prosegue per la forcella Ambrizzola e si attraversa l'altipano di Mondeval dove molti anni fa hanno trovato lo scheletro di un uomo preistorico di oltre 7000 mila anni, ora custodito al museo di Selva di Cadore. Sempre per facile sentiero si arriva alla forcella Giau e poi al passo Giau, dove si pernotta nel rifugio.
Nelle serate serene, salendo una piccola collina di fronte al rifugio, è assolutamente da non pretende e da fotografare il tramonto Dolomitico.

Tempo escursione: 5-6 ore
Dislivello totale salita: 650 metri

Secondo Giorno 
Lungo una facile ferrata si arriva al rifugio Nuvolau arroccato sulla cima della montagna a 2575 metri, bellissimo punto panoramico. Si prosegue verso il passo Falzarego e si continua lungo un storico sentiero della Guerra 1914-18 denominato Kaiserjager fino a raggiungere il rifugio Lagazuoi a 2750 metri. Da questo rifugio si possono ammirare delle albe e dei tramonti unici e spettacolari e panorami che spaziano su tutto l'arco dolomitico.

Tempo totale escursione 5/6 ore circa
Dislivello totale salita: 1150 metri.

Terzo Giorno
Dal rifugio si scende alla forcella Col dei Bos e si entra in una galleria scavata all'esercito italiano durante la guerra 1914-18. Si prosegue per la via ferrata Lipella, di media difficoltà, fino alla cima della Tofana di Rozes a 3225 metri. Con giornate limpide e serene si possono vedere i ghiacciai delle Alpi e quelli Austriaci e tutte le più grandi montagne che costituiscono la catena Dolomitica. Si pernotta al rifugio Giussani a 2600 metri.

Tempo totale escursione: 6-7 ore.
Dislivello totale salita: 950 metri

Quarto giorno
Discesa lungo la bellissima Val Travenanzes dove scende con acqua limpida e pura il Rio Travenanzes. Arrivati verso la fine della valle è possibile fare uno spettacolare percorso passando dietro una grande cascata d'acqua di oltre 90 metri. Rientro a Cortina

Tempo totale escursione: 5-6 ore circa
Dislivello discesa: 1200

Materiale necessario

Contattaci per prenotare il trekking Alta Via di Cortina o per richiedere maggiori informazioni

tel. +39 324 747 3939 – info@dolomitiskirock.com