Ferrata della Memoria al Vajont

La via Ferrata della Memoria si sviluppa lungo le rocciose pareti verticali vicino alla grande diga che si innalza per 250 metri nelle gole del Rio Vajont .

La Ferrata della Memoria è stata voluta per ricordare il tragico giorno del 9 ottobre 1963, quando un'enorme frana sabbiosa si staccò dal Monte Toc, entrando con violenza nel sottostante e omonimo bacino lacustre alpino, provocando una enorme onda d’acqua che oltrepassò la diga, distruggendo vari paesi limitrofi e provocando la morte di 1910 persone.

Indicazioni sulla via Ferrata della Memoria

Inaugurata il 2 ottobre 2015 la via Ferrata della Memoria è perfettamente attrezzata e sicura, con gradini e scale in ferro nei passaggi più impegnativi e verticali. La verticalità di questa ferrata e notevole soprattutto nella parte iniziale.

Per raggiungere il parcheggio della via ferrata si segue la strada provinciale n° 251 che da Longarone porta al paese di Erto. Al sesto tornante si vede sulla destra la tabella con l'indicazione della ferrata.

L’accesso alla via è molto semplice, seguendo una lunga galleria che porta fino alla corda metallica della ferrata.

La discesa si effettua seguendo il sentiero che porta a Codissago, fino al tornante della strada provinciale che si segue in discesa per circa 400 metri, arrivando cosi al parcheggio.

  • Tempo di percorrenza via ferrata: ore 2,15
  • Tempo sentiero discesa: ore 1
  • Tempo totale: ore 3,30 - 4,00
  • Dislivello: 260 metri
  • Sviluppo via ferrata: 700 metri

Ferrata della Memoria al Vajont

Materiale necessario

Contattaci per prenotare la via Ferrata alla Memoria al Vajont o per richiedere maggiori informazioni

tel. +39 324 747 3939 – info@dolomitiskirock.com

Le Nostre Proposte

Dolomiti SkiRock

Corso Italia, 14 - Cortina d’Ampezzo
Tel. +39 324 747 3939
Cod. Fiscale e P.Iva 01066430255